consigli per comprare le scarpe

Consigli per comprare le scarpe

Acquistare un paio di scarpe è una cosa che ci gratifica. Ma è anche un momento da non sottovalutare: il piede è una delle parti del corpo che va più coccolato e protetto. Un malessere che parte da lì si ripercuote sulla nostra postura, sulla schiena, sulle articolazioni. E sul nostro umore, che non va trascurato. Ecco una serie di consigli da considerare quando andiamo a comprare le scarpe nuove.

Attenzione alla lunghezza

È meglio che la scarpa sia lunga di un centimetro in più del piede. Questo assicura alle dita di muoversi liberamente e di evitare fastidiosi sfregamenti con l’interno della punta. Inoltre, la scarpa deve aderire al piede nel suo punto più largo.

La tomaia e il tallone

È opportuno che la tomaia non spinga verso il basso la parte superiore del piede, poiché questo tipo di pressione può essere causa di irritazione cutanea, di problemi alle unghie e di crampi alle dita. La misura è giusta quando riuscite a flettere il piede. Deve invece essere fisso e saldo il contenimento del tallone: diversamente, il piede scivola, la camminata non è equilibrata e l’arco plantare ne risente dolorosamente.

L’interno della scarpa

Una scelta utile è quella che riguarda calzature con una soletta sfilabile: ciò fa sì che possiate usare, nel caso, un plantare diverso, magari anatomico. Quanto al rivestimento, è importante che sia privo di increspature o di cuciture in rilievo: anzitutto, rovinano la pelle del piede, e poi possono procurare crampi dovuti allo sforzo commesso per evitare la zona che dà fastidio. Per capirlo, basta passare la mano dentro la scarpa e capire quanto sia liscio.

L’esterno

La suola deve essere di un materiale leggero e durevole, così da proteggere il piede da tutti i possibili ostacoli che si incontrano sul cammino. L’altro elemento da considerare all’esterno ‘l’allacciatura: i mocassini hanno fascino indiscutibile, ma è piuttosto ovvio che stringhe, velcro o fibbie sono più funzionali a regolare al meglio la calzata.

La misura

Parliamo ovviamente di un piede adulto e ormai definitivamente formato. Va detto che anche in questo caso i cambiamenti di misura possono essere significativi (la gravidanza, per esempio, il alcuni casi fa crescere il piede). Quindi, non stupitevi se vi ritrovate ad acquistare calzature con un numero diverso da quello cui siete abituati: l’importante è comunque che stiate comodi.

Tecniche di prova

Il consiglio è di provare entrambe le scarpe, perché i piedi non sono perfettamente simmetrici ed è importante capire quale dei due è il più grande. La scarpa da scegliere è quest’ultima. Meglio poi stare in piedi, perché il peso del corpo gonfia leggermente il piede. Inoltre, è consigliato fare acquisti nel tardo pomeriggio, al termine di una ordinaria giornata di lavoro e attività. Con il piede già carico di sforzo si capirà meglio la percezione del piede, evitando vesciche e calli. Infine, un piccolo trucco: camminate nel negozio con le scarpe addosso per almeno 10 minuti. Per evitare che il commesso si innervosisca, provate più scarpe, ma tenendo su un piede solo quello che contate di comprare davvero.